Varici: ci sono benefici per le varici dei piedi se si tolgono dalle gambe?

Ovviamente non è possibile fornire un giudizio appropriato senza una visita approfondita e un esame Ecolordoppler.
Le vene contengono al loro interno delle valvole unidirezionali, che permettono al sangue di procedere solamente in una direzione, ossia verso il cuore. Ne deriva quindi che il flusso venoso degli arti inferiori, quando siamo in piedi, è diretto dal basso verso l’alto.

Quando le vene diventano varicose si dilatano e le valvole non sono più così efficienti, permettendo quindi al sangue di ritornare in basso, sospinto dalla forza di gravità.

In generale, quindi, trattando le vene incontinenti (malate) della coscia e della gamba, la pressione su quelle del piede dovrebbe ridursi, rendendole meno evidenti. Raramente perciò si rende necessario trattare le vene del piede. 

NOTA BENE:

Le informazioni diffuse dal questo sito sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra paziente e medico.
Si rammenta, infatti, che la visita medica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

© Copyright Dott. Carlo Castellani Tarabini: La proprietà intellettuale dei contenuti degli articoli pubblicati appartiene al Dott. Carlo Castellani Tarabini. E' vietato riprodurre e/o copiare in qualsiasi modo, anche con fotocopia, e su qualsiasi media i contenuti di questa pubblicazione, senza previa autorizzazione scritta dell'Autore. Nel caso in cui si sia richiesta l'autorizzazione, ma non si sia ottenuta risposta, significherà che l'autorizzazione non è stata concessa.